Home Pastorale Parrocchiale

Parrocchia «S. Andrea Apostolo» - Presicce

 

Relazione di sintesi

a cura degli organismi pastorali parrocchiali

L’anno pastorale 2011/2012 che è appena trascorso ha visto la nostra Chiesa diocesana impegnata in una profonda attività di verifica del cammino che in questi ultimi 10 anni abbiamo percorso. La comunità parrocchiale di S. Andrea Apostolo in Presicce, avendo vissuto l’avvicendamento del parroco, ha accolto questo momento come occasione per fare sintesi circa le mete pastorali raggiunte e progettare un nuovo orizzonte pastorale in continuità con il passato.

Stimolati dagli Orientamenti Pastorali della CEI per il decennio 2010/2020, Educare alla vita buona del Vangelo, e dalle mete pastorali del nostro Vescovo diocesano per l’anno 2012/2013, abbiamo avviato una attenta riflessione sulla dimensione liturgico – sacramentale, ma soprattutto ci siamo impegnati a vivere la liturgia come momento epifanico del mistero.

Di fatto, in questo anno stiamo assistendo ad progressivo aumento quantitativo e qualitativo di partecipazione alla Eucaristia domenicale, vissuta e sentita come momento importante durante il quale il Risorto ammaestra e nutre i suoi discepoli, ma anche come appuntamento nel quale la Comunità cristiana si ritrova e condivide anche la vita e il cammino che ha compiuto durante la settimana. Ogni iniziativa pastorale parrocchiale ha come orizzonte l’Eucaristia domenicale; ogni gruppo o movimento ecclesiale è invitato a considerare la Messa domenicale l’incontro più importante, al quale subordinare e verso il quale orientare anche i momenti di formazione propri del cammino. Resta ancora da lavorare su una maggiore collaborazione tra i gruppi e i movimenti perché l’Eucaristia domenicale non segni la differenza (oggi è la domenica degli scout, domani dell’ACR e la prossima dei catechisti), ma sia veramente quel che vuole significare, segno di vera Comunione. È da registrare però che, talvolta, iniziative diocesane dei vari movimenti e gruppi, o dei vari uffici, distolgono i fedeli della parrocchia dall’impegno domenicale, non inteso come “semplice partecipazione ad una Messa”, ma come cammino di continuità nella propria comunità nel celebrare l’Eucaristia domenicale. In questo anno appena trascorso, si è operato molto nella direzione della unificazione dei numerosi impegni diocesani o di movimento, ma tanto ancora c’è da fare…

Quanto all’ars celebrandi e alla actuosa partecipatio, si cerca da un lato di curare ogni segno già presente nella liturgia, senza sovraccaricare e aggiungere altro, dall’altro di invitare soprattutto i ragazzi e i giovani ad assumere un ruolo più consapevole attraverso una preparazione previa e la partecipazione nel canto e nella preghiera. Se però si sta riuscendo a coinvolgere in maniera fattiva i numerosi fedeli che partecipano alla Messa cosiddetta dei fanciulli, è più difficile ottenere lo stesso nelle altre Messe domenicali. A tal proposito, si auspica la creazione di un gruppo liturgico adeguato e ben formato che si prepari alla liturgia domenicale attraverso un momento forte di preghiera e di riflessione sulla liturgia della parola.

Ancora molto resta da lavorare sul rapporto liturgia e carità. Non sempre, infatti, la comunità vive pienamente la relazione tra quanto accade nel territorio e quanto si celebra, nonostante l’impegno omiletico e catechetico.

In generale, possiamo affermare che la comunità vive l’Eucaristia domenicale e i sacramenti in maniera matura e responsabile, pur avendo bisogno di crescere e migliorare su alcuni aspetti.

 
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1063
mod_vvisit_counterIeri1673
mod_vvisit_counterQuesta settimana2736
mod_vvisit_counterLa settimana scorsa11690
mod_vvisit_counterQuesto mese16322
mod_vvisit_counterIl mese scorso48663
mod_vvisit_counterTutti i giorni1558116

Online: 20
Il tuo IP è: 3.80.177.176
,
Oggi è: Dic 10, 2018