Home IL PARROCO Editoriali 2019 Restauro della Cappella dell'Annunziata. (o "era megliu...?")

Restauro della Cappella dell'Annunziata. (o "era megliu...?")

RESTAURO DELLA CAPPELLA DELL’ANNUNZIATA!

(o “era megliu…”?)

sac. Francesco Cazzato

Più volte il defunto prof. Vito Stendardo, durante i numerosi concerti estivi che si sono tenuti nel lato del Castello in Piazza del Popolo, mi si è avvicinato per dire con tono preoccupato che le vibrazioni prodotte dall’alto volume del suono dei complessi musicali avrebbero procurato seri danni alla tela cinquecentesca custodita nella cappella del Palazzo Ducale: polverizzazione e distacco di minuscole croste di colore inaridito dai secoli e dall’incuria umana.

Aprendo la porta, a pochi giorni dalla mia venuta come parroco, avevo trovato l’interno della cappella  utilizzato come stanza-deposito. Nell’atto di acquisto (1964) del Palazzo Ducale era scritto «…la Cappella… dovrà essere conservata… in perpetuo all’esercizio del culto cattolico», di conseguenza avevo deciso di essere rispettoso di tale volontà celebrando ogni anno la s. messa nella festa dell’Annunziata (25 marzo), facendo allestire il presepe nel tempo natalizio, il “sepolcro” nella settimana santa e ospitando per le prove-canto la “Schola Cantorum” parrocchiale.

Le amichevoli parole del prof. Vito Stendardo provocavano in me, parroco, imbarazzo, ma anche in un certo senso mi indispettivano verso la parte festaiola del paese incurante dei suoi tesori d’arte: toccava unicamente a me tale tutela? D’altronde ero a conoscenza dei rilievi per eventuali restauri commissionati nel 2007 al dott. Andrea Erroi da parte dell’Amministrazione Comunale.

Las chiesetta, costruita nel 1631 sul luogo di una precedente, ha nella volta un prezioso cordulo fiorito, in pietra leccese, e riprende lo stile della chiesa di “S. Maria degli Angeli”, la cui ricostruzione, patrocinata dalla stessa famiglia feudataria, era avvenuta circa trent’anni prima.

L’elegante altare, dalla scanalature dorate (da ripristinare), custodisce la grande e preziosa tela dell’Annunciazione, opera del celebre pittore Girolamo Imparato. Questo artista fu attivo nel Regno di Napoli dal 1573 al 1607. Dipinti di Imparato decorano il soffitto a cassettoni della Cattedrale di Napoli, arricchiscono la seconda cappella della navata sinistra della “Chiesa del Gesù Nuovo” e di altre chiese della città. Un suo dipinto ritraente la “Deposizione dalla croce” si trova nella chiesa del Carmine a Gallipoli; una tela che rappresenta l’Annunciazione (1591) si trova a Castiglione Cosentino; un’altra, molto simile a quella di Presicce, firmata e datata (1596) è a Lecce nella “Chiesa del Gesù”: «Una delle più belle e accattivanti “Annunciazioni” che sia stata collocata sugli altari del Meridione d’Italia”, così un critico d’arte ebbe a definire quel dipinto. Accadeva di frequente nel passato che il successo di un dipinto generasse nuovi committenti da parte di un pubblico altolocato e l’artista lo riproducesse, in copia e con leggere modifiche, di uguale pregevole fattura.

La Banca Popola Pugliese, su richiesta della Parrocchia, si è resa disponibile a sponsorizzare il restauro della preziosa tela condizionandolo al nostro impegno di restaurare l’altare. Al Sindaco ho fatto notare che la porta più malridotta che si affaccia in Piazza del Popolo è quella della Cappella: un invito al Comune perché faccia la sua parte. Come in altre occasioni, anche ora ci sarà qualcuno che per sottrarre la propria offerta personale commenterà con le solite parole: “Era megliu…, era megliu”, parole che sono premessa certa per non fare niente.

Il restauro verrà fatto (come sono stati fatti gli altri: in tanti per strada o son venuti in ufficio o in sacrestia per dare spontaneamente una loro offerta)… alla faccia di coloro che sanno solo dire “Era megliu…, era megliu…”; sono certo che saremo in molti (cittadini e associazioni) che tra non molti mesi potremo vantarci, ammirando lo splendore dell’opera, di aver dato il proprio contributo e reso più bella la nostra Presicce.

 
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi14
mod_vvisit_counterIeri105
mod_vvisit_counterQuesta settimana119
mod_vvisit_counterLa settimana scorsa934
mod_vvisit_counterQuesto mese13794
mod_vvisit_counterIl mese scorso52085
mod_vvisit_counterTutti i giorni1801461

Online: 5
Il tuo IP è: 54.87.61.215
,
Oggi è: Mag 20, 2019