Home IL PARROCO Editoriali 2018 Il primo Passionista di Puglia. Il presiccese p. Candido Costa (estate 2018)

Il primo Passionista di Puglia. Il presiccese p. Candido Costa (estate 2018)

IL PRIMO PASSIONISTA DELLA PUGLIA

IL PRESICCESE PADRE CANDIDO COSTA

sac. Francesco Cazzato



«Uomo di Dio, la sua bell’anima era aspettata in cielo, dove, dal Ritiro di Roma dei Ss. Giovanni e Paolo, volò in onore di Santità il 30 Agosto 1788.

Oh! Tu Candido di cuore e di cognome, mentre sei cittadino del cielo, non dimenticare che lo fosti della tua Presicce. Amala, proteggila quest’infelice patria tua, ché l’amore e la protezione del figlio verso la madre è una virtù che allegra anche lo spirito di Dio».

Queste belle parole usate da Giacomo Arditi a completamento del “medaglione” di p. Candido Costa collocato nella “galleria” degli uomini illustri nati a Presicce della sua “La Corografia fisica e storica…”. È bello sapere che negli anni in cui si progettava e ci si attivava per la costruzione della nuova chiesa parrocchiale, nella nostra Presicce c’erano persone veramente attive nel mondo della cultura e impegnate nel cammino verso la santità, tra costoro ha brillato Candido Costa; la sua luce, a 310 anni dalla sua nascita e 230 dalla sua morte, raggiunge anche noi. Era nato il 21 giugno 1708 e nello stesso giorno battezzato con i nomi Donato Candido, figlio del “dottor fisico” (=medico) Oronzo Costa e di Isabella de Capo, famiglia molto benestante che abitava in via Donnica (oggi Corso Italia, n. 50), fu ordinato sacerdote il 20 dicembre 1732 da Mons. Giovanni Giannello, vescovo di Alessano.

Antiche fonti danno testimonianza del suo livello culturale e impegno sacerdotale: «Aveva fatto tutti gli studi teologici ed era molto versato nella sacra Teologia e divina Scrittura e Santi Padri; da prete si esercitò alcuni anni in predicare quaresimali e panegirici». Esercitò per diversi anni il suo ministero a Presicce, ma spesso di allontanava perché richiesto per corsi di predicazione. Non conosciamo i motivi che lo hanno spinto nell’area romana; esercitando l’ufficio di confessore delle monache Domenicane a Valentano (VT) ebbe modo di essere conosciuto e venire molto apprezzato da S. Paolo della Croce. In una lettera del 15 giugno 1757 S. Paolo ha scritto: «Alla rinfrescata verranno due sacerdoti: uno è D. Candido Donato Costa, profondo teologo, capacissimo d’insegnare, uomo di gran pietà ed orazione… Sono due anni che ha tal chiamata…». In un’altra del 25 luglio dello stesso anno si trovava anche a scrivere una presentazione ancor più dettagliata: «…Io non ne ho alle mani se non uno che vale per molti, e sebbene verrà in Congregazione nell’età in cui vi venne il P. Marcaurelio (= 50 anni), pure più robusto di esso, avvezzo alla penitenza, veste sotto con camicia di lana, non mangia mai carne, è di grande e alta orazione e sopra tutto di gran virtù. È il più profondo teologo che sia nei contorni e forse anche lontano. Sarà molto idoneo per insegnare la teologia, perché ha la Somma di S. Tommaso marcita in capo. Io lo sentivo con bocca aperta a parlare di mistica ecc. Già s’intende che è sacerdote e presentemente confessore di un bel riformato monastero. Sono due o tre anni che doveva venire, ma le lacrime delle monache lo hanno ritardato…».

Il normale spazio che può occupare un articolo impedisce di riportare brani delle numerose lettere dove S. Paolo della Croce elogia il nostro concittadino.

Quando p. Candido chiese di far parte dei Passionisti aveva 50 anni e 25 anni di sacerdozio, fu il primo Passionista della Puglia. Il suo nuovo ufficio di “Lettore di Teologia” (= insegnante di Teologia) necessariamente limitò un’attività nelle Missioni, in compenso fu di valido aiuto ai missionari componendo per loro prediche e meditazioni. Frutto del suo servizio teologico è anche il “Commento al Cantico dei Cantici”, un’opera poderosa di ben 484 fogli manoscritti in un elegante latino rivelante l’alta cultura dell’autore. Nel 2005 l’Ordine dei Passionisti lo ha voluto pubblicare, con traduzione italiana a fronte, per commemorare i 100 anni della fondazione della sua Provincia religiosa di Puglia-Calabria-Basilicata. Negli anni passati ho procurato 3 copie: per me, per la Biblioteca di Presicce, per la Biblioteca Diocesana.

P. Candido fu prezioso collaboratore di S. Paolo della Croce nella redazione delle Regole e Costituzioni delle religiose della Passione, fu cercato per la confessione e per la direzione spirituale da cardinali, sacerdoti, religiosi, religiose e laici. Più volte ha incontrato Clemente XIV. In una lettera del 15 settembre 1773 S. Paolo ha scritto: «Questa mattina P. Candido ed il Fr. Bartolomeo sono stati da Sua Santità, quale li ha accolti al solito… essendovi andati per dargli il buon viaggio per la prossima villeggiatura».

Concludo riportando l’atto di procura con cui p. Candido venne autorizzato da S. Paolo della Croce di ricevere in dono dal papa la basilica dei Ss. Giovanni e Paolo con l’annesso convento: «Paolo della Croce. Essendosi degnata la Santità di Nostro Signore Clemente XIV, felicemente regnante, di concedere alla minima Nostra Congregazione dei Chierici Scalzi della SS.ma Croce e Passione di Gesù Cristo la Chiesa e la Casa de’ S.S. Giovanni e Paolo, né potendo io, per le gravi mie indisposizioni, intervenire personalmente alla stipulazione… costituisco perciò a fare le mie veci in tal funzione il M.to Rev.do P. Candido delle SS.me Piaghe Sacerdote Professo della medesima nostra Congregazione, e Procuratore Generale… come se fossi io medesimo in persona…».

La presenza di un’antica tela raffigurante p. Candido nella sacrestia della chiesa matrice attesta come il clero di Presicce lo abbia sempre ritenuto suo alto campione. Nel 1921 il Consiglio Comunale di Presicce ha intestato una strada a questo nostro grande concittadino e nel 1929 ha collocato una lapide sulla parete frontale (ora spostata sulla via laterale) della sua casa natale.

A noi la gioia di essere fieri della grandezza di un nostro concittadino.

 
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi17
mod_vvisit_counterIeri105
mod_vvisit_counterQuesta settimana122
mod_vvisit_counterLa settimana scorsa934
mod_vvisit_counterQuesto mese13797
mod_vvisit_counterIl mese scorso52085
mod_vvisit_counterTutti i giorni1801464

Online: 3
Il tuo IP è: 54.87.61.215
,
Oggi è: Mag 20, 2019