Home IL PARROCO Editoriali 2013 Editoriale Giugno 2013

Editoriale Giugno 2013

L’ultima nata nella diocesi:

la Confraternita di S. Luigi

di don Francesco Cazzato


 

“O Luigi, o vago giglio, di candor immacolato…”, ancor si sbocconcella il pane benedetto in onore di S. Antonio e già ci si mette a cantare in modo andante e con fervore l’inno a S. Luigi.

Quando e perché questa devozione portata avanti dalla Confraternita più giovane della diocesi?

Il merito va a don Agostino Mele, un sacerdote presiccese del quale ricorre il 03 ottobre il 75° anniversario della morte. Penso che possa interessare conoscere qualcosa dei tanti sacerdoti che hanno operato nella nostra Presicce; il sacerdote è una figura pubblica e quindi, quando più quando meno, lascia un’impronta nella società. Invito le famiglie che nel passato hanno avuto dei sacerdoti a comunicarmi i ricordi che si tramandano, pubblicheremo come dei medaglioni; spetta al Signore il giudizio sulla loro vita, vogliamo solo rendere note le risonanze sociali del loro operato.

Don Agostino era nato a Presicce il 26/IX/1878 e divenne prete il 26/X/1902, le due date acquistano importanza per noi a motiva di una terza: 1904 l’anno in cui fece venire da Lecce la statua in cartapesta di S. Luigi. Se un sacerdote giovane (26 anni), al suo 2° anno di ministero, fa dotare un’antica parrocchia della statua di un santo, significa che già vi era un retroterra devozionali. A motivo dei possedimenti dei Gonzaga nell’antico ducato di Alessano la devozione verso S. Luigi era viva in molte parrocchie. In particolare poi si invocava la protezione del Santo, morto di tisi a 23 anni, contro quella malattia che, alimentata dalla malaria che si sviluppava nelle vaste paludi rivierasche, cancellava sovente intere famiglie.

La statua fu ospitata nella cappella Arditi dedicata alla “Fuga in Egitto”, allora chiamata di S. Giuseppe perché vi era una statua di S. Giuseppe da Copertino.

Era quello il tempo in cui in molti paesi incominciavano a sorgere, ad opera dei sacerdoti, le prime scuole dell’infanzia (a Presicce era andato a vuoti il progetto di don Andrea Sponsiello), se ne avvertiva fortemente il bisogno; gli adulti lavoravano nei campi dall’alba al tramonto: le bambine venivano affidate alle sartine (=mesce) perché imparassero ad usare l’ago e i maschietti in casa del sacerdote e don Agostino divenne subito baby-sitter. Il giovane sacerdote era benvoluto sia dalle famiglie ricche sia dalla povera gente e con la devozione verso S. Luigi si attivava per lenire spiritualmente il dolore; nel 1910 organizzò i devoti del Santo in una “Pia Unione Laicale”, primo passo giuridico per costituire la Confraternita, e, benché ci fosse già a Presicce una Confraternita plurisecolare, l’adesione fu numerosa. Molti genitori iscrivevano i bambini nel giorno del loro battesimo per metterli sotto la protezione del Santo, a volte era il regalo dei padrini… Don Agostino chiese al vescovo, ma non ottenne, che i “Luigini” vestissero nelle processioni come S. Luigi: tonaca nera e cotta bianca. Dal 1913 si incominciò a seppellire nella tomba dei Luigini, riporto i nomi e l’età degli associati sepolti in dieci anni (1913-1923) perché ognuno si faccia un’idea delle condizioni socio-sanitarie del tempo: Gennaro Giuseppe anni 6, Lia Luigi anni 3, Ciullo Rocco anni 9, Vitali Luigi anni 2, Ciullo Angelo mesi 9, Ciriolo Vito anni 27, Ciriolo Andrea mesi 9, D’amico Michele anni 11, Mele Antonio anni 2, Capraio Antonio anni 1, Raho Filomena mesi 9, Picci Maria anni 74, Zingarello Paolina anni 2, De Marco Andrea anni 2, Esposito Luigi anni 2, Tonti Salvatore anni 4, Bruno Antonio anni 2, Bramato Amedeo anni 27, Palma Maria anni 20, Pedone Salvatore mesi 15, Monsellato Luigi anni 79, Parisi Saverio anni 23, Rizzo Vito anni 2, Marzo Vincenzo anni 5, Bruno Antonio mesi 2, Raeli Rosario anni 27, Biasco Rocco anni 2, Frantone Francesco anni 12.

Dal 1916 al 1919 don Agostino guidò la parrocchia di Arigliano resa vacante per la partenza al fronte come cappellano militare del parroco: il presiccese don Carmelo Giannelli. Rientrato, riprese la direzione dei Luigini, nel 1932 fece costruire dal maestro Bindo Maggio un piccolo altare in pietra per la cappella cimiteriale dei Luigini e raccolse offerte per la costruzione di una chiesa in

onore di S. Luigi; a tal fine comprò in piazza Castello, vicino alla sua abitazione, due vecchie case. Nel luglio 1938 si recò a Molfetta insieme a don Tommaso Cazzato per l’Ordinazione Sacerdotale di don Carmelo Cazzato, loro comune nipote. Il 03 ottobre dello stesso anno, dopo una malattia di appena sei giorni, morì. Il progetto della costruenda Cappella rischiava di svanire per la mancanza di testamento; il cognato, spalleggiato dal sentire popolare, fece superare la tentazione di alcuni eredi di spartirsi l’eredità e l’anno seguente fu costruita la Cappella di S. Luigi a cura di tutti i legittimi eredi. Nello stesso anno il parroco mons. Giovanni Pricci completò l’iter giuridico e il 27 marzo 1939 venne eretta canonicamente la Confraternita di S. Luigi, l’unica nella diocesi ad aver questo Santo come protettore. La devozione verso S. Luigi non rimase prigioniera della sua Confraternita, le “tabacchine” più volte hanno creato baruffe per poter stare più vicine alla statua durante l’annuale processione, così alcuni devoti che dotavano di grossi ceri devozionali per poter strappare questo privilegio… il 24 giugno 1950 venne il vescovo mons. Ruotolo per la benedizione della statua che trova in via Cattaneo e una statuetta, ora si trova nella sacrestia della cappella, fino a pochi decenni visitava le famiglie della parrocchia e… anche grazie a don Agostino molti a Presicce portano il nome di Luigi.

 
Contatore Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi353
mod_vvisit_counterIeri385
mod_vvisit_counterQuesta settimana2661
mod_vvisit_counterLa settimana scorsa2864
mod_vvisit_counterQuesto mese6709
mod_vvisit_counterIl mese scorso8797
mod_vvisit_counterTutti i giorni2595093

Online: 8
Il tuo IP è: 3.235.41.241
,
Oggi è: Apr 17, 2021